Lombardi >>>> Belichick

Prima puntata di questa nuova, lunghissima offseason NFL. Dal Super Bowl LI vinto dai New England Patriots ai free agents che i Packers dovranno rifirmare, parleremo un po’ di tutto, rispondendo anche alle vostre domande. Con una importante precisazione su che cosa significhi essere il Greatest Coach Of All Time.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!

IPFN #68 – La tempesta perfetta

Tempesta perfetta. Non si può definire altrimenti il Championship Game del Georgia Dome. Tra infortuni in serie, errori e rimbalzi sfavorevoli, i Packers non sono mai stati in partita, al cospetto di una squadra fortissima, in in grande forma e guidata dall’MVP 2016 e dal miglior ricevitore della Lega. La splendida cavalcata che, grazie ad otto vittorie consecutive, ci ha portato dal 4-6 al Championship Game si chiude così ad un passo dal Sogno.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!

IPFN #67 – Two steps away from Greatness

L’epica vittoria di Dallas ha spedito i Packers ad Atlanta, per il secondo NFC Championship Game negli ultimi tre anni. Superati i momenti difficili, la losing streak, gli infortuni in serie, le critiche e le polemiche, ci si gioca l’accesso al Sogno.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!

IPFN #66 – Dancing with the (Lone) Star

La schiacciante vittoria nel Wild Card Round contro i New York Giants è arrivata al termine di una partita “bipolare” dell’attacco, ed in particolare di Aaron Rodgers. Sette yards totali e cinque punt consecutivi nei primi cinque possessi offensivi, costellati da continui balletti nella tasca, accuracy rivedibile e sack evitabili. Da lì in poi, progressivamente, l’attacco, guidato dalla sua stella, ha ritrovato la luce e l’ha seguita con determinazione, non lasciando più nulla per strada. La prestazione commovente della difesa e quella patetica di OBJ ci hanno tenuto in partita nel primo tempo, sigillando poi la vittoria con il forced fumble di Clay Matthews e l’intercetto finale di Demarious Randall. Domenica prossima si va nel Lone Star State a far visita ai Dallas Cowboys, in uno stadio forse più caro a noi che a loro. Sarà un’altra partita difficilissima, contro i rookie terribili Dak&Zeke e contro una delle migliori offensive line di sempre. L’obiettivo? Continuare a ballare.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!

IPFN #65 – We’re just getting started

Per l’ottava stagione consecutiva, i Packers accedono alla postseason, e lo fanno entrandovi dalla porta principale, da vincitori di una division che solo poche settimane fa sembrava persa. La squadra è rimasta unita nonostante la striscia di quattro sconfitte consecutive e nonostante gli infortuni che hanno letteralmente distrutto l’intero reparto dei cornerback. Il faro della squadra, Aaron Rodgers, è tornato a giocare a livelli stratosferici diventando addirittura un serio candidato al titolo di League MVP, mentre il rientro di Jared Cook, il ritorno ad altissimi livelli di Jordy Nelson e l’emergere di Ty Montgomery e Geronimo Allison hanno dato una dimensione tutta nuova all’attacco. Dopo la scoppola rimediata in casa dei Redskins, sono giunte sei vittorie consecutive. The table has been run. Ora al Lambeau per il Wild Card Game arrivano i New York Giants, e mentre altri supposti geni, in Arizona o in Colorado, si gusteranno i Playoffs dal divano di casa, noi ci giochiamo per l’ennesima volta il sogno chiamato Super Bowl. Per dirla con le parole di Mike McCarthy, “our season is just getting started”.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!

IPFN #64 – Winter has come

A Chicago oggi, per quella che sarà l’ennesima partita decisiva di questa nostra strana stagione, sono attese temperature polari. La grandissima vittoria contro i Seahawks ha ridato fiducia e speranza a squadra ed ambiente, dimostrando a tutti ciò di cui siamo capaci contro chiunque, quando abbiamo le spalle al muro. Ora bisogna continuare però, evitando di scivolare sul ghiaccio, o sulla buccia di banana, di una partita solo sulla carta dall’esito scontato.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!

La mia lettera ad Aaron

Caro Aaron,

mi permetto di darti del tu perchè, anche se di sicuro tu non lo sai, io e te abbiamo condiviso alcuni dei momenti più belli e piu dolorosi della mia vita sportiva.

Ricordo ancora la prima volta che ti vidi, fu amore a prima vista. Eri praticamente uno sbarbatello e ti trovavi a guidare l’attacco della squadra piu storica e romantica della NFL, e dovevi farlo sostituendo un mostro sacro del NOSTRO sport e della NOSTRA franchigia. Sai Aaron, per te non vorrà dire nulla ma sei stato il mio primo (e fino ad ora unico) QB, nonchè uno, se non IL, principale motivo per il quale io abbia cominciato a tifare per i Packers.

Tu probabilmente penserai che mi sia innamorato di te durante il Super Bowl vinto, o magari durante quei playoff. Niente di piu falso. Non ci crederai, ma la scintilla è scoccata quasi un anno prima. Wild card game contro i Cardinals, c’è stato un fumble che ha deciso la partita, il tuo fumble, e nonostante io non fossi ancora un vero e proprio Green&Gold la tua tristezza e disperazione sono diventate anche le mie e da allora, volente o nolente, ho vissuto in tua simbiosi.

L’anno dopo poi ci siamo rifatti con gli interessi: vittoria al Super Bowl, MVP e stagione da incorniciare.

La tua consacrazione, la TUA gioia, la MIA gioia, la NOSTRA gioia.

Gli anni e le stagioni poi si sono susseguite e il mio amore incondizionato nei tuoi confronti è aumentato passo passo; abbiamo gioito in vittorie epiche, abbiamo pianto per sconfitte rovinose e abbiamo sofferto per i tuoi infortuni .

Per me sei diventato un DIO. Ti ho anche scritto un “credo” , che sarò felicissimo di leggerti semmai vorrai.

Poi però sono arrivati i periodi buii, non si sa perchè ma sono arrivati. L’ho detto io e lo hai detto anche tu, non eri piu lo stesso.

Ti devo chiedere scusa amico mio se qualche volta in questi periodi neri mi sono arrabbiato con te e magari sono arrivato a criticarti,ma sappi che il mio amore per te non si è mai affievolito. Anzi. E’ aumentato cosi come aumenta l’ amore di un padre verso il figlio che tanto lo fa incazzare.

Perchè sì Aaron, mi sono incazzato tanto, anche con te perchè nonostante tutto si vedeva che non eri piu quello che io e te conoscevamo. Non metto in dubbio che abbia provato qualsiasi soluzione per uscire da questo oblio che piano piano ci risucchiava verso il “fallimento” sportivo. Stavamo affondando. Affondavi TU. Affondavo IO. Affondavamo NOI.
Alcune volte mi sono tanto arrabbiato Aaron perchè conoscendoti bene mi rendeva nervoso non vederti rendere al 100%, mi arrabbiavo perchè sapevo quanto potesse ferire te il fatto di non riuscire a dare il tuo 100%.

In certe situazioni sono anche arrivato a pensare di farti sedere in quella panchina che nei primi anni di Green Bay tanto ti andava stretta. Chiariamo subito, non perchè pensassi che il tuo sostituto fosse migliore (anche se avendo un maestro come te il suo futuro potrà solo essere roseo) ma perchè sotto sotto mi faceva soffrire vederti in quello stato di normalità, tu che normale non lo sei stato mai.

Adesso Aaron sembra proprio tu sia tornato, lo hai detto anche tu poco tempo fà :”I’M BACK!”. Questo non è un mio tornare sul carro dei vincitori, io da quel carro non  me  ne sono mai andato, mi sono solo seduto un attimo  a soffrire perchè sapevo che tu soffrivi. E se TU soffri IO soffro, NOI SOFFRIAMO.

Dicono che in una coppia l’anno peggiore sia il settimo e guarda un po’ , a gennaio IO e TE festeggieremo il nostro ottavo anniversario. Ora non so bene le date delle prossime partite (eventuali) di playoff ma quanto bello sarebbe amico mio ritrovare la NOSTRA serenità proprio intorno a quella data e poi chissà, magari  farci un regalino a febbraio?

Non corriamo troppo, abbiamo ancora tre battaglie da affrontare, INSIEME, come sempre.

Una partita alla volta, un drive alla volta, uno snap alla volta.

UN TUO GRANDE FAN.

IPFN #63 – Go Dan Go

La puntata è dedicata al nostro amico Dan. Dopo la seconda vittoria consecutiva i Packers sono tornati a .500 in stagione e domenica in un Lambeau ancora innevato affronteranno i Seahawks in una sfida fondamentale per continuare a restare agganciati al treno-playoffs. Parleremo dell’ultima vittoria, di quanto ci aspetta domenica prossima e del quadro relativo ai playoffs. In più un importantissimo annuncio.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!

IPFN #61 – Atto di Fede

IPFN SmallQuarta sconfitta consecutiva, ennesima prova imbarazzante di ciò che resta della difesa, e playoff che si allontanano sempre più. Ecco lo stato attuale dei Green Bay Packers 2016, a pochi giorni dalla difficile trasferta di Philadelphia. In uno dei momenti più difficili degli ultimi 7-8 anni, l’unica cosa che possiamo fare è continuare a crederci, e continuare a sostenere questi colori con tutta la forza che abbiamo.

Seguiteci su Twitter (@IPFNet) e su Facebook(IPFN)!!